Alcuni vaccini possono causare encefalite e altre complicazioni, ma questi spiacevoli effetti collaterali sono rari. Non esiste inoltre alcun legame tra vaccinazioni e autismo o altri gravi problemi di salute, assicura la National Academy of Sciences, l’accademia nazionale delle scienze statunitense.

La prima analisi completa delle prove scientifiche sulla sicurezza dei vaccini in 17 anni è stata condotta da un comitato istituito dall’Istituto di Medicina, organo subordinato dell’Accademia. Considerando la questione controversa della sicurezza dei vaccini, sono stati analizzati più di mille studi scientifici. In un rapporto di 667 pagine pubblicato giovedì, la commissione di 16 membri ha presentato prove convincenti che le vaccinazioni possono causare 14 diversi problemi di salute, tra cui convulsioni, encefaliti e svenimenti, ma ha notato che tali complicazioni sono estremamente rare. Il comitato ha concluso che alcuni vaccini possono causare altre complicazioni, come reazioni allergiche o dolori articolari. Tuttavia, non è stato trovato alcun legame tra l’immunizzazione e le condizioni più pericolose che suscitano tanti dubbi: l’autismo e il diabete di tipo I.

– Con l’inizio dell’anno scolastico, è bene assicurarsi che i bambini abbiano tutte le vaccinazioni aggiornate. Il rapporto sulla sicurezza di questi otto vaccini giunge in un momento particolarmente opportuno”, ha scritto in un comunicato Ellen Wright Clayton, professore di pediatria e legge alla Vanderbilt University, che ha presieduto la commissione. – I risultati dovrebbero rassicurare i genitori. Diverse condizioni mediche sono legate alla vaccinazione, ma questi effetti collaterali sono estremamente rari.

Dall’entrata in vigore della legge sulle vaccinazioni infantili del 1986, l’Istituto di Medicina, per conto del Congresso degli Stati Uniti, ha già condotto uno studio sulla sicurezza dei vaccini per 11 volte. L’ultimo rapporto è stato pubblicato nel 1994. Sulla base di queste segnalazioni, il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti gestisce un programma di indennizzo per le famiglie dei bambini che hanno subito lesioni da vaccino. Negli ultimi anni, la sicurezza dei vaccini è diventata oggetto di un intenso dibattito. Alcuni genitori temono che il crescente numero di vaccinazioni obbligatorie possa causare troppe complicazioni. Questo argomento viene spesso invocato da coloro che si rifiutano di vaccinare i propri figli. Nel frattempo, con crescente preoccupazione delle autorità, si è già osservato che l’evitamento di massa delle vaccinazioni ha portato a una recrudescenza di malattie potenzialmente letali come il morbillo. Quest’anno si è verificata una grave epidemia di morbillo in Europa e il numero di casi negli Stati Uniti continua ad aumentare.

La Commissione conclude che esistono prove convincenti che il vaccino trivalente contro il morbillo, la parotite e la rosolia (MMR) può portare a convulsioni in alcuni bambini, scatenate dalla febbre, ma allo stesso tempo rassicura che i sintomi sono quasi sempre di breve durata e non hanno mai portato a complicazioni gravi. Il vaccino MMR può causare una rara forma di encefalite in persone con gravi condizioni immunitarie, avverte il comitato. In un piccolo numero di pazienti, il vaccino contro la varicella può causare gonfiore cerebrale, polmonite, epatite, meningite, emiplegia e vaiolo, afferma il comitato. Tuttavia, la maggior parte di questi disturbi colpisce persone con malattie del sistema immunitario.

La pubblicazione del rapporto è stata accolta con favore dai sostenitori della vaccinazione infantile. Tuttavia, i critici sottolineano che la commissione ha chiaramente riconosciuto che non ci sono ancora prove sufficienti per dissipare una volta per tutte alcuni dei dubbi che sono cresciuti intorno alla vaccinazione.

– La mancanza di prove scientifiche sufficienti per stabilire in modo definitivo che alcuni vaccini causano – o non causano – condizioni gravi come encefalite, encefalopatia, ictus, asma, autismo, morte improvvisa in culla, sclerosi multipla, artrite, lupus e malattie del sangue è problematica quando la legge rende obbligatoria la vaccinazione dei bambini e la raccomanda per gli adulti, ha scritto in un’e-mail Barbara Loe Fisher del National Immunisation Information Centre.

– Riconoscendo che la scienza non ha ancora compreso appieno come i vaccini influenzino l’organismo umano – compresi come, quando, perché e per chi possono rappresentare un rischio – la commissione conferma che sono necessarie ulteriori ricerche scientifiche sulla sicurezza dei vaccini, ha aggiunto Fisher.


Fonte

  • https://www.medonet.pl/ciaza-i-dziecko/choroby-dzieciece,szczepienia-nie-wywoluja-autyzmu,artykul,1649463.html